DOVE SONO I NOSTRI IMPIANTI?

Forse lo sforzo più notevole compiuto da RTR dopo l’acquisizione da parte di Terra Firma è stato il miglioramento dello “stato dell’arte” dei sistemi e dei processi, che in molti casi sono stati costruiti da zero creando nuove “best practice” nel settore.

RTR ha per esempio investito in un nuovo sistema di monitoraggio della produzione e delle performance di tutti gli impianti fotovoltaici, disegnato specificatamente sulle proprie necessità, che permette tra l’altro di segnalare guasti in tempo reale e di verificarli in remoto dalla control room di Roma. Come risultato, i tempi di intervento nella riparazione dei guasti si sono significativamente ridotti, con un immediato beneficio nella produttività degli impianti, che hanno minori tempi di fermo. I guasti vengono segnalati attraverso email e SMS sui cellulari dei tecnici incaricati della manutenzione.

Leggi...


Il database che raccoglie tutti i dati di produzione consente di migliorare l’efficienza degli impianti attraverso una accurata analisi dei dati, che permette di individuare da remoto soluzioni tecniche che ne massimizzino la produzione. A titolo esemplificativo gli ingegneri di RTR hanno, attraverso uno studio delle ombre, identificato il fatto che, modificando di 5° l’inclinazione dei pannelli sui due siti più grandi, la produzione sarebbe migliorata di oltre il 3% all’anno.

Questo sistema esclusivo di monitoraggio, unico in Italia, permette inoltre, in combinazione di adeguate previsioni metereologiche dell’irraggiamento e della temperatura, di prevedere con un notevole grado di precisione la produzione futura nelle successive 48 ore. Tale previsione porta ad avere un potente strumento di programmazione della produzione, oltre ad ottemperare ad un obbligo nei confronti dell’Autorità dell’energia elettrica. RTR è orgogliosa di essere il primo operatore di grandi dimensioni in Italia ad aver ottemperato a tale prescrizione di legge, mettendo a punto uno strumento di programmazione unico nel suo genere, che parte da un algoritmo previsionale specifico per ciascun impianto.

Pari attenzione viene data alla sicurezza degli impianti. RTR ha realizzato un sistema di sicurezza multi-livello, con meccanismi di sicurezza ridondanti, che rileva le presenze estranee, e permette di distinguere i falsi allarmi (per esempio intrusioni di animali) da reali rischi.

L’adozione di sistemi di vigilanza di ultima generazione, costantemente monitorati e mantenuti, garantisce un contenuto rischio di furti e minori costi assicurativi associati.

Chiudi

Forse lo sforzo più notevole compiuto da RTR dopo l’acquisizione da parte di Terra Firma è stato il miglioramento dello “stato dell’arte” dei sistemi e dei processi, che in molti casi sono stati costruiti da zero creando nuove “best practice” nel settore.

RTR ha per esempio investito in un nuovo sistema di monitoraggio della produzione e delle performance di tutti gli impianti fotovoltaici, disegnato specificatamente sulle proprie necessità, che permette tra l’altro di segnalare guasti in tempo reale e di verificarli in remoto dalla control room di Roma. Come risultato, i tempi di intervento nella riparazione dei guasti si sono significativamente ridotti, con un immediato beneficio nella produttività degli impianti, che hanno minori tempi di fermo. I guasti vengono segnalati attraverso email e SMS sui cellulari dei tecnici incaricati della manutenzione.

Leggi...


Il database che raccoglie tutti i dati di produzione consente di migliorare l’efficienza degli impianti attraverso una accurata analisi dei dati, che permette di individuare da remoto soluzioni tecniche che ne massimizzino la produzione. A titolo esemplificativo gli ingegneri di RTR hanno, attraverso uno studio delle ombre, identificato il fatto che, modificando di 5° l’inclinazione dei pannelli sui due siti più grandi, la produzione sarebbe migliorata di oltre il 3% all’anno.

Questo sistema esclusivo di monitoraggio, unico in Italia, permette inoltre, in combinazione di adeguate previsioni metereologiche dell’irraggiamento e della temperatura, di prevedere con un notevole grado di precisione la produzione futura nelle successive 48 ore. Tale previsione porta ad avere un potente strumento di programmazione della produzione, oltre ad ottemperare ad un obbligo nei confronti dell’Autorità dell’energia elettrica. RTR è orgogliosa di essere il primo operatore di grandi dimensioni in Italia ad aver ottemperato a tale prescrizione di legge, mettendo a punto uno strumento di programmazione unico nel suo genere, che parte da un algoritmo previsionale specifico per ciascun impianto.

Pari attenzione viene data alla sicurezza degli impianti. RTR ha realizzato un sistema di sicurezza multi-livello, con meccanismi di sicurezza ridondanti, che rileva le presenze estranee, e permette di distinguere i falsi allarmi (per esempio intrusioni di animali) da reali rischi.

L’adozione di sistemi di vigilanza di ultima generazione, costantemente monitorati e mantenuti, garantisce un contenuto rischio di furti e minori costi assicurativi associati.

Chiudi

RTR e la sua sala operativa

LA CRESCITA DI RTR E LE ACQUISIZIONI

2010
Mar 31

Dicembre

Terra firma fonda RTR

2011
Mar 31

Marzo

RTR acquisisce 62 impianti da Terna (+144 MWp)

Mar 31

Agosto

RTR acquisisce 13 impianti da Sorgenia (+19 MWp)

Mar 31

Ottobre

RTR completa una nuova acquisizione di 10 impianti sempre da Terna (+78 MWp)

2012
Mar 31

Ottobre

RTR acquisisce 1 impianto dal gruppo toto (+24 MWp)

Dic 31

Dicembre

RTR acquisisce 31 impianti da ACEA (+32,5 MWp)

2014
Mar 31

Marzo

RTR acquisisce 2 impianti da EDF Energies Nouvelles (+20,2 MWp)

2016
Dic 31

Dicembre

RTR acquisisce 9 impianti dal gruppo Sunflower (+13 MWp)

2017
Mar 31

Marzo

RTR acquisisce 2 impianti da SVEA (+2 MWp)

Continuano le acquisizioni per RTR, con una serie di operazioni che sottolineano il proseguo della strategia, da sempre orientata ad acquisitions continue, ma accuratamente ponderate. A causa dell’empasse derivata dal cosiddetto decreto “Spalma Incentivi”, sul mercato numerosi asset di medie dimensioni sono diventati disponibili, messi in vendita da operatori che hanno intrapreso importanti riorganizzazioni. «La nostra esperienza sulla chiusura dei deal e la gestione industriale degli impianti, elemento che contraddistingue il nostro management, ci ha permesso di continuare nelle acquisizioni. Impiegando sempre un approccio molto pragmatico per trovare soluzioni contrattuali operative, finalizzate a superare eventuali debolezze emerse nella fase di due diligence», spiega Matteo Riccieri, responsabile Business Development ed Energy Manager.

Leggi...

Nel 2016 si è lavorato su due accordi di Acquisizione per l’annessione di nuovi impianti fotovoltaici della società Sunflower, già costruiti e connessi, per una capacità complessiva di 13,6 MWp. Gli impianti oggetto dell’accordo generano una quantità di energia sufficiente a soddisfare il fabbisogno annuo di elettricità di 7.500 famiglie e risparmiano ogni anno l’emissione di 10.600 tonnellate di CO2 in atmosfera. Le location degli impianti sono Sicilia, Puglia e Abruzzo, in sinergia con la geografia degli asset già gestiti da RTR. La seconda acquisizione, di dimensioni più ridotte, ha visto l’aggiunta di due impianti da 2 MWp, di proprietà di SVEA, Sviluppo Energie Alternative, uno nelle Marche e uno in Lombardia. Il gruppo è stato supportato nella transazione dallo studio legale Gianni Origoni Grippo, da Cappelli & Partners, da Moroni & Partners in qualità di consulente tecnico e da K Studio Associato, nel ruolo di consulente fiscale. Le previsioni per il futuro? «Per il 2017 l’outlook è quello di continuare il consolidamento del mercato secondario del fotovoltaico, con un segnale tangibile e concreto di continuità e mantenere il track record nella chiusura delle transazioni», spiega Matteo Riccieri. «La situazione attuale del mercato offre interessanti opportunità e abbiamo individuato alcuni impianti di buon livello qualitativo, conformi alle nostre linee guida sulla qualità delle infrastrutture».

Chiudi

LA CRESCITA DI RTR E LE ACQUISIZIONI

2010
Mar 31

Dicembre

Terra firma fonda RTR

2011
Mar 31

Marzo

RTR acquisisce 62 impianti da Terna (+144 MWp)

Mar 31

Agosto

RTR acquisisce 13 impianti da Sorgenia (+19 MWp)

Mar 31

Ottobre

RTR completa una nuova acquisizione di 10 impianti sempre da Terna (+78 MWp)

2012
Mar 31

Ottobre

RTR acquisisce 1 impianto dal gruppo toto (+24 MWp)

Dic 31

Dicembre

RTR acquisisce 31 impianti da ACEA (+32,5 MWp)

2014
Mar 31

Marzo

RTR acquisisce 2 impianti da EDF Energies Nouvelles (+20,2 MWp)

2016
Dic 31

Dicembre

RTR acquisisce 9 impianti dal gruppo Sunflower (+13 MWp)

2017
Mar 31

Marzo

RTR acquisisce 2 impianti da SVEA (+2 MWp)

Continuano le acquisizioni per RTR, con una serie di operazioni che sottolineano il proseguo della strategia, da sempre orientata ad acquisitions continue, ma accuratamente ponderate. A causa dell’empasse derivata dal cosiddetto decreto “Spalma Incentivi”, sul mercato numerosi asset di medie dimensioni sono diventati disponibili, messi in vendita da operatori che hanno intrapreso importanti riorganizzazioni. «La nostra esperienza sulla chiusura dei deal e la gestione industriale degli impianti, elemento che contraddistingue il nostro management, ci ha permesso di continuare nelle acquisizioni. Impiegando sempre un approccio molto pragmatico per trovare soluzioni contrattuali operative, finalizzate a superare eventuali debolezze emerse nella fase di due diligence», spiega Matteo Riccieri, responsabile Business Development ed Energy Manager.

Leggi...

Nel 2016 si è lavorato su due accordi di Acquisizione per l’annessione di nuovi impianti fotovoltaici della società Sunflower, già costruiti e connessi, per una capacità complessiva di 13,6 MWp. Gli impianti oggetto dell’accordo generano una quantità di energia sufficiente a soddisfare il fabbisogno annuo di elettricità di 7.500 famiglie e risparmiano ogni anno l’emissione di 10.600 tonnellate di CO2 in atmosfera. Le location degli impianti sono Sicilia, Puglia e Abruzzo, in sinergia con la geografia degli asset già gestiti da RTR. La seconda acquisizione, di dimensioni più ridotte, ha visto l’aggiunta di due impianti da 2 MWp, di proprietà di SVEA, Sviluppo Energie Alternative, uno nelle Marche e uno in Lombardia. Il gruppo è stato supportato nella transazione dallo studio legale Gianni Origoni Grippo, da Cappelli & Partners, da Moroni & Partners in qualità di consulente tecnico e da K Studio Associato, nel ruolo di consulente fiscale. Le previsioni per il futuro? «Per il 2017 l’outlook è quello di continuare il consolidamento del mercato secondario del fotovoltaico, con un segnale tangibile e concreto di continuità e mantenere il track record nella chiusura delle transazioni», spiega Matteo Riccieri. «La situazione attuale del mercato offre interessanti opportunità e abbiamo individuato alcuni impianti di buon livello qualitativo, conformi alle nostre linee guida sulla qualità delle infrastrutture».

Chiudi